Vi presentiamo le nostre Goodwriter_ Facciamo la differenza, una parola alla volta. – Good Sustainable Mood
preloader
Condividi

Vi presentiamo le nostre Goodwriter_ Facciamo la differenza, una parola alla volta.

Good Sustainable Mood Dicembre 14, 2020 0 comments

Adriana Delle Fontane

Quante volte capita di guardarsi allo specchio e non riconoscersi?                                                                                                           

A me è capitato diverse volte soprattutto da bambina; ero piccola, con il viso tondo, due bei fondi di bottiglia davanti agli occhi e un nido di capelli arruffati in testa. Crescendo e continuando a specchiarmi ho trovato una discriminante nei miei capelli e ho imparato a valorizzarli attraverso prodotti della natura e cosmetici biologici.                                                                                                                                                                

Il mio primo impacco è stato un gel amido di mais, semplice da fare ma allo stesso tempo rivelatore. Penso sia stato in quel momento in cui ho deciso che avrei cambiato il mio stile di vita, ho abbandonato i semplici prodotti del supermercato prediligendo invece prodotti naturali ed ecosostenibili.

In quei tempi mi chiedevo cosa significasse ecosostenibilità: “È eco-sostenibile ciò che porta ad agire in modo che il consumo di risorse sia tale che la generazione successiva riceva la stessa quantità di risorse che noi abbiamo ricevuto dalla generazione precedente” significa garantire le risorse essenziali ai nostri figli ed ai figli dei nostri figli.

L’ecosostenibilità è amarsi e riuscire ad amare anche gli altri. L’uomo ha profondamente alterato i sistemi naturali della Terra, siamo noi il singolo fattore che incide sul cambiamento del clima e della superficie terrestre. Il passo dall’idea del prodotto biologico all’ideale di una vita sostenibile è stato breve. Questo ha portato a dei piccoli cambiamenti nella mia vita come quello di abbandonare le bottiglie di plastica per far spazio al vetro e iniziare ad utilizzare prodotti zero Waste.

Ho riscoperto me stessa attraverso la natura e i doni immensi che ci fa, ho capito quanto possiamo fare per l’ambiente attraverso piccoli gesti. La terra è la casa di tutti e come tale dovremmo rispettarla. Non possiamo tornare indietro a rimediare agli errori che sono stati fatti. Possiamo studiare il processo di trasformazione in atto, imparare a controllarlo e tentare di gestirlo partendo da noi stessi. Con questo pensiero ho creato il mio piccolo spazio biologico su Instagram “biomondo­_drinsi” in cui mi racconto in modo spontaneo, mostro le mie pozioni biologiche da strega, i rimedi ayurvedici e collaboro con una community di persone che pensano non solo alla loro bellezza ma anche a quella del pianeta.

 In questo modo ho conosciuto tante persone fantastiche; ed è proprio così che sono arrivata a voi “Good Sustainable Mood” una favolosa startup di moda sostenibile che utilizza tessuti naturali ed innovativi come: la fibra del latte, la fibra del legno, il cotone organico Pima, il Kapok e la fibra di Eucalipto. Se non avessi visto questi prodotti non avrei mai potuto credere che dal legno si potesse fare una maglietta. Quest’idea di moda sostenibile mi ha affascinata al primo sguardo anche perché è totalmente Made in Italy. Conoscendo questa realtà in me è nata una forte curiosità, una voglia di poter fare sempre di più. Questi indumenti non sono solo dei semplici vestiti ma contengono un vero e proprio messaggio in bottiglia -possiamo farcela-.   

Grazie al vostro contest sono riuscita a vincere i calzini fatti in fibra di eucalipto. Per chi si chiedesse come è possibile creare dei calzini da una pianta; è possibile estraendo la polpa di legno e rendendola la fibra naturale più compatibile dal punto di vista ambientale. Mi è arrivato a casa un piccolo pacchettino di carta con all’interno tre paia di calzini neri, grigi e bordeaux. A primo impatto sembrano delle normalissime calze colorate ma toccandoli si nota la morbidezza e l’elasticità del tessuto. Ho indossato subito i calzini neri e ne ho provato ogni giorno un paio notando tantissime cose: il piede non suda nonostante sia stato diverse ore nelle scarpe da ginnastica perchè il tessuto sembra molto traspirante, l’odore dei calzini rimane neutro ed inoltre sembrano termici perché anche con queste temperature rigide invernali non ho sofferto il freddo.

La taglia dei calzini è unisex e possono essere indossati dal numero 36 al 41 perfetto per tutte le donne; il mio fidanzato appena li ha visti li ha subito desiderati, quindi rimane solo una domanda da porsi; quando farete le taglie da uomo?

Dove puoi trovarci:

Instagram: http://www.instagram.com/goodsustainablemood/

Facebook: https://www.facebook.com/goodsmood

Linkedin: linkedin.com/company/good-sustainable-mood/                                                          

                                                                                                                                                                                                                                                                                   

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy premendo su maggiori informazioni. Cliccando su Accetto acconsenti all'uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi