Serial return: quando restituire capi diventa troppo – Good Sustainable Mood
preloader
Condividi

Serial return: quando restituire capi diventa troppo

Good Sustainable Mood Settembre 13, 2021 0 comments

A chi non è mai successo di restituire un articolo comprato in un negozio o online perchè troppo grande o troppo piccolo o perché non piace il colore? 

Sono mille i motivi che possono spingerci a cambiare un capo d’abbigliamento e sembra piuttosto normale avere questa libertà e possibilità. 

Ma sapevi che ci sono persone che trasformano questa utile pratica in una malsana abitudine

Si tratta dei serial returner, ossia quei consumatori che hanno il vizio di restituire una buona parte dei capi dopo un acquisto. 

La domanda vien da sé: cosa spinge una persona a comprare tanti capi e portarne la maggior parte indietro? 

La rivista Women’s Wear Daily ha definito 4 profili di serial returner, a cui corrispondono 4 motivazioni diverse:

  • compulsive shopper
  • wardrober
  • social media wardrober
  • bracketer

Scopriamoli insieme!

COMPULSIVE SHOPPER

Ti è mai capitato di sentire una vocina nella testa che ti chiede di comprare e di non riuscire a resisterle? Se la risposta è sì, fai attenzione perchè potresti essere un compulsive shopper. 

Questo tipo di serial returner ha l’abitudine di comprare grandi quantità di vestiti sotto l’impulso irrefrenabile di fare shopping, ma poi, una volta tornat* a casa, inizia a sentirsi in colpa e, pres* dai rimorsi, decide di restituire almeno uno, se non tutti, i prodotti acquistati.

WARDROBER

Il wardrober è un tipo di persona che compra un outfit con lo scopo preciso di indossarlo solo una volta e restituirlo il giorno dopo. 

Questo tipo di serial returner è molto comune nel caso dei luxury brand. Insomma, a chi non è mai capitato di voler indossare un bel vestito per fare una buona impressione ad una serata, ma purtroppo non rientra nel proprio budget? Bene, i wardrober hanno trovato una soluzione a questo problema.

SOCIAL MEDIA WARDROBER

Il social media wardrober è un amic* del wardrober, ma con la mania per i social e magari l’aspirazione a diventare influencer

Infatti, si tratta sempre di una persona che compra degli outfit per indossarli una volta, ma con l’intento di usarli solo per pubblicare foto sui propri profili social con l’hashtag #outfitoftheday.

BRACKETER

Infine, il bracketer è l’etern* indecis*. Si tratta di una persona che compra diverse versioni di un capo o un outfit, magari in diverse taglie o con diversi colori e, una volta provati nella propria camera, restituisce tutti quelli che non vanno bene.

Ora che abbiamo analizzato questi 4 profili di serial returner, possiamo capire come queste pratiche siano poco sostenibili.

E tu ti sei riconosciut* in uno di questi profili o credi di avere delle buone abitudini nello shopping?

Noi di Good Sustainable Mood cerchiamo di fare la differenza un capo alla volta!

Unisciti a noi in questa rivoluzione della moda! Iscriviti alla nostra newsletter e avrai accesso alla Masterclass sulla moda sostenibile per avere tanti contenuti utili per migliorare le tue abitudini.

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy premendo su maggiori informazioni. Cliccando su Accetto acconsenti all'uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi